Pulirsi da dentro con Ho ‘oponopono

32 risposte

  1. simona
    19 ottobre 2009

    ….stò appassionandomi anchio a questo metodo dal nome così difficile……..ma che dà risultati entusiasmanti :)

  2. giovanna
    21 ottobre 2009

    Oh!! ….vedrai che dopo un po’ nemmeno il nome è più tanto difficile!!!! ;)

  3. Luisa
    21 ottobre 2009

    Io sono entusiasta del metodo ho’oponopono…LO SENTO…PERDONAMI…GRAZIE…TI AMO. Posso essere ciò che voglio. Belloooo

  4. Mario
    24 ottobre 2009

    ..a me sta cambiando la vita. Può sembrare stupido ma, avere letto The Secret e The Key, in un certo senso, tutto questo mi faceva sentire ancora più”inadatto”..ora che finalmente sto finendo di leggere Zero Limits, è come se “me” cominciasse a stare bene con “me stesso”…

  5. birba
    24 ottobre 2009

    Anche io ho messo in atto metodo, ed è strabiliante perchè subito immediatamente, sensa sapere e conoscere bene il sistema, ho ricevuto una sorprendente telefonata che non mi sarei mai aspettata. E’ senz’altro da divulgare………….. anche perchè il mondo intero ne troverà giovamento!!!!!

  6. sella
    30 ottobre 2009

    ciao,

    io stò leggendo il libro ed è molto bello, ma non capisco come devo usare la frase magica, se devo pensare al problema e dirla o dirla al diviso. Qualcuno mi può aiutare? Conoscete dei maestri di questa pratica in italia? grazie stella

  7. giovanna
    4 dicembre 2009

    ciao stella! la grandiosità di ho-oponopono è proprio quella di non aver bisogno di nessun altro che di te. Che io sappia in Italia non ci sono maestri veri e propri, ma forse un aiuto lo puoi trovare qui: http://ho-oponopono.info

  8. Elisa
    7 marzo 2010

    Buona sera a tutti, questo post è un pò vecchio non so se riceverò mai risposta.. Da pochissimo tempo sto avvicinandomi a queste letture, fino a 2 mesi fa pensavo che la vita fosse una cosa tremenda e che fossi sfortunata e basta. Ho iniziato vedendo il dvd di The Secret, poi ho letto The Key e Oltre the Secret, ZERO LIMITS è il più "illuminante", mi sono avvicinata al Buddismo che mi ha aiutata tanto in queste settimane per tenere un pò su lo stato vitale. Mi chiedo…come fai a perdonare te stessa per le cose orrende che ti sono successe in passato con la consapevolezza che te le sei "chiamate" tu  e che sei responsabile al 100% della tua infelicità?

    • Fausto
      8 marzo 2010

      Ciao Elisa, non esistono post vecchi su questo sito, e Rispondo sempre a Domande come le Tue :)

      Congratulazioni per la Tua Nuova Vita!

      Ora andiamo alla Tua bellissima domanda: Mi chiedo…come fai a perdonare te stessa per le cose orrende che ti sono successe in passato con la consapevolezza che te le sei “chiamate” tu e che sei responsabile al 100% della tua infelicità?

      Che cos’è la colpa? Che cos’è l’insuccesso? Che cos’è la delusione?

      La maggior parte delle persone dà molto peso a queste parole, ma pensaci bene: lo fa solo quando interagisce con gli altri. Se tizio ha un hobby che lo “isola dal mondo”, pensi che i passi falsi lo deprimano? Io non credo. Ma la stessa persona, se facesse errori al lavoro, in mezzo ai suoi colleghi…si sentirebbe un perdente.

      Da questo stupido esempio si evince che:

      una persona giudica se stessa solo in rapporto al valore relativo che attribuisce agli altri.

      Portando ora, brevemente, la questione su un piano Spirituale, cosa comprendiamo? Il Nostro Sé Superiore si è incarnato volontariamente in un corpo umano, ha scelto deliberatamente questo mondo, la sua energia “pesante, sapeva che avrebbe fatto esperienza di situazioni in cui un pensiero, una emozione, un sentimento avrebbero dato vita ALLA REALTA’FISICA solo dopo diverso tempo, a volte anche anni; e sapeva che questa particolarità del mondo terreno è ciò che tiene lontano – a livello di consapevolezza – l’uomo dalla sua Natura Divina.

      Inoltre il Sé Superiore sapeva anche che avrebbe fatto esperienza di situazioni dolorose, ansiose, fantozziane ma! le accetta di buon grado, perché normali e naturali passi verso l’evoluzione. Il Sé Superiore non si preoccupa del dolore causato a sé e agli altri, non teme gli insuccessi, perché – a livello Spirituale – è SOLO EVOLUZIONE.

      Detto questo: perché l’uomo, perché Elisa dovrebbe odiarsi? Perché mai dovresti guardarti allo specchio e dire a quel volto riflesso “ti odio, mi fai schifo, provo pena per te?”

      Il Destino di un Uomo non è scritto da nessuna parte, l’Uomo è il suo Destino e lo realizza giorno dopo giorno. Se ora provi rabbia per Te, domani sarai ciò che oggi stai creando. Se oggi ti perdoni, se oggi accetti la TUA NATURA DIVINA, smettendo di Essere un Corpo che valuta se stessa in rapporto al valore relativo che attribuisce agli altri, allora puoi già – da questo istante – essere Grata per il Futuro luminoso che ti aspetta. :)

      Decidi Tu, Elisa ;)

      Un Abbraccio
      Fausto

      • Elisa
        10 marzo 2010

        Grazie per avermi risposto Fausto. Si, ho capito quello che mia hai detto, tuttavia non è semplice. Ogni giorno sto facendo meditazione, leggo molti libri che trattano questi argomenti, ma la mia mente non accetta questi discorsi, infatti riesco a distrarmi anche durante la meditazione. La teoria l'ho capita…ma la pratica come si fa? Come posso mettermi in contatto con il mio Sè nella vita quotidiana frenetica e frettolosa?

      • Fausto
        10 marzo 2010

        Ciao Elisa, a livello mentale quasi tutti riescono a comprendere che cosa sia la Legge di Attrazione. La pratica è diversa, perché è sentire, è consapevolezza, è gratitudine, è osservare con occhi nuovi.

        Come si fa? Piccoli passi, passeggiate nella Natura, bagni caldi rilassanti, piccoli vizi, e – soprattutto – non avere fretta perché la Vita non è ARRIVARE ma è VIAGGIARE, e Tu non devi raggiungere ma accettare l’Amore e la bellezza che sono attorno e dentro di Te….

      • daniele
        22 marzo 2010

        lo stai gia facendo con le letture ed i post, i risultati arriveranno…

  9. alessandra
    17 giugno 2010

    Ciao ho letto the secret…la chiave…zero limits…ripeto in continuazione durante la giornata le parole mi dispiace..perdonami…ti amo e grazie…convinta e in modo amorevole verso tutto cio'…di carattere sono una persona positiva…ma forse sbaglio in qualche cosa perche' non mi sembra avere dei risultati…ci vuole forse del tempo prima di vedere risultati? e' possibile fare riavvicinare a noi persone alle quali vogliamo bene e che si sono allontanate senza apparenti motivazioni e senza perche' col metodo dell'ho-oponoopono…o sapere il perche' in qualche modo' ? grazie

    • Fausto
      18 giugno 2010

      Alessandra, nel Tuo messaggio si nasconde il perché Ho’ oponopono con Te non stia funzionando…

  10. alessandra
    19 giugno 2010

    Caro Fausto scusa la mia insistenza ma la tua risp non mi aiuta molto…se fosse possibile vorrei chiederti di spiegarmi….GRAZIE

    • Fausto
      19 giugno 2010

      “e’ possibile fare riavvicinare a noi persone alle quali vogliamo bene e che si sono allontanate senza apparenti motivazioni e senza perche’ col metodo dell’ho-oponoopono…o sapere il perche’ in qualche modo’?”

      L’Ho ‘oponopono serve a guarire se stessi, a curare le nostre ferite, a sanare i nostri conflitti interiori. Se parti da questo assunto, allora può anche accadere che le persone che si sono allontanate si riavvicinino nuovamente; se, invece, vuoi utilizzare Ho ‘oponopono per far riavvicinare le persone, allora sperimenterai la frustrazione di cui parli nel Tuo messaggio.

      Ho ‘oponopono vuol dire mettere le cose al giusto posto, ma il posto in oggetto è l’unico che esiste: IL NOSTRO MONDO INTERIORE. Parti sempre da lì per migliorare la Tua Vita; non cedere alla tentazione, alla convinzione di aver bisogno di far tornare persone nella tua vita per essere felice.

      Se fai Ho ‘oponopono nel modo migliore, le persone di cui parli potrebbero tornare, se non lo fanno è ok in ogni caso perché attraverso Ho ‘oponopono avrai imparato ANCHE a rispettare le scelte degli altri.

      Un Abbraccio
      Fausto

  11. alessandra
    19 giugno 2010

    Carissimo fausto grazie di nuovo per la tua risp…ho capito che a parte liberarci delle ns credenze limitanti e cercare di pulirci continuamente possiamo aiutare gli altri….se non ho capito male il dr Len dice che noi dobbiamo assumerci in prima persona al 100% le responsabilita' di cio' che ci circonda siamo uno specchio…di conseguenza gli altri siamo noi…es…se so che una persona si e' allontanata per vari motivi sta a me chiedere pedono mettendomi in prima persona dicendo…mi dispaice..perdonami per qualsiasi cosa ti sta tenendo lontano da te…grazie ti amo…con amore….questo dovrebbe essere per riuscire a migliorare le situazioni varie….personali e materiali…che non disdegno ma preferisco le personali…mi piace la gente…GRAZIE

    • Fausto
      19 giugno 2010

      Ciao Alessandra:

      “es…se so che una persona si e’ allontanata per vari motivi sta a me chiedere pedono mettendomi in prima persona dicendo…mi dispaice..perdonami per qualsiasi cosa ti sta tenendo lontano da te…grazie ti amo…con amore….questo dovrebbe essere per riuscire a migliorare le situazioni varie….personali e materiali…”

      Permettimi di fare chiarezza. Ho ‘oponopono e le Affermazioni utilizzate, servono a guarire se stessi; qundi NON devi chiedere perdono alla persona che si è allontanata, NON devi chiedere scusa a quella persona, ma solo a te stessa. Purtroppo mi pare che questo aspetto non lo hai ben compreso, perché Tu dici:

      “perdonami per qualsiasi cosa ti sta tenendo lontano da te”

      NON VA BENE!

      Messa così vuol dire fare Ho’oponopono allo scopo di ottenere qualcosa dall’esterno, allo scopo di guarirci solo perché abbiamo fatto allontanare una persona a cui siamo legati. Ho ‘oponopono è Libertà: ti Guarisci per Essere ciò che sei in Origine, non per quello che vuoi ottenere.

      Se ho frainteso, ti chiedo scusa.

  12. alessandra
    19 giugno 2010

    Grazie FAUSTO per la tua pazienza e per il tempo che dedichi nel rispondermi…devo dire che la comprensione a volte nella sua semplicita' e difficile….vorrei approfittare per domandarti un'ulteriore spiegazione su quale dovrebbe essere il mio giusto modo di chiedere perdono in tale sitazione e cmq….TI RINGRAZIO DAVVERO TANTO…

  13. alessandra
    19 giugno 2010

    Scusami se ti risp in due volte…cmq il perdono non lo chiedo alla persona che si e' allontanata ma al divino affinche' mi aiuti a ripulirmi…ma cmq anche cosi evidentemente sbaglio nel come chiedere e per cosa…perdono…affinche' possa fare del bene per me e gli altri… E' difficile parlare di certe cose e comprendere a volte quando non si ha modo di confronti verbali al fine di spiegarsi e capire meglio….so che non dovrei ma "invidio" si fa' per dire (beati loro) quelli che dicono che capiscono senza problemi quello che si deve fare per trovare pace e serenita'……spero di riuscire anche io… di nuovo GRAZIE

    • Fausto
      20 giugno 2010

      Ciao Alessandra, sicura che sul mio sito non hai trovato informazioni su Ho ‘oponopono che possano rispondere al Tuo giustissimo quesito?

  14. alessandra
    21 giugno 2010

    Buongiorno Fausto purtroppo non sono molto brava col pc e il tempo e' poco per cercare…se hai qualche cosa da suggerire in modo che possa andare diretta…ti RINGRAZIO ancora tantissimo per avere risp alle mie domande…TI AUGURO OGNI BENE…

    • Fausto
      21 giugno 2010

      Ciao Alessandra, non è importante avere dimestichezza con il pc.

      Nel mio sito, in alto a destra, c’è una “BARRA DI RICERCA”. Scrivici ho ‘oponopono, e otterrai tanti risultati. Tutto qui :)

  15. alessandra
    21 giugno 2010

    GRAZIE GRAZIE GRAZIE….

    • Fausto
      22 giugno 2010

      Prego, Alessandra :)

  16. lucy
    2 novembre 2010

    Ciao Volevo sapere se qualcuno di voi incominciando la pratica del hooponopono ha avuto degli effetti collaterali tipo temporanei malesseri fisici.Ho iniziato da meno di una settimana a ripetere il “mantra”ed ho una sensazione di blocco ansioso alla bocca dello stomaco che mi impedisce di respirare profondamente, come se ci fossero emozioni imbottigliate. Ho anche visto dr Hew Len in un’intervista su youtube accennare al fatto che si possono avere dei disturbu fisici temporanei.Inoltre volevo sapere se si possono pulire diversi aspetti ( intendo un paio) della nostra vita ( tipo lavoro, sociale ect) contemporaneamente?

    grazie

  17. Maria
    18 gennaio 2011

    Ragà io lo utilizzo dicendo anke mentalmente e usando così come mi ha insegnato il libro zero limits ti amo mi dispiace ti prego perdonami grazie.Faccio bene?

    • Fausto
      19 gennaio 2011

      Ciao Maria, puoi dire ciò che ti pare mentalmente, l’importante è CREDERCI.

  18. marco
    30 gennaio 2011

    Ciao ho pratico questa tecnica e sono riuscito x un breve periodo ad ottenere benefici,solo che vanno tutti in fumo xchè ho un ritorno ai pensieri che mi opprimono.Sai se posso fare ho’oponopono su pensieri specifici ed eliminarli se si sai indirizzarmi come fare grazie

    • Fausto
      2 febbraio 2011

      Buongiorno Marco, la bellezza di Ho ‘oponopono consiste nel purificare le nostre Emozioni a fronte di un minimo sforzo. Fare Ho ‘oponopono in modo tradizionale già di per se aiuta a liberarsi di pensieri oppressivi o negativi. Se Tu necessiti di un aiuto più mirato, ti consiglio 2 cose:

      - Ho ‘oponopono;
      - L’incontro con ciò che ti opprime.

      In casi come il Tuo ci si trova di fronte ad un problema: “non sarà che fai Ho’oponopono allo scopo di evitare l’aggressione di tutti quei pensieri che non ti fanno stare sereno? Forse non ne sei consapevole ma potresti star usando Ho ‘oponopono a mò di analgesico ;) ” Ho ‘oponopono, invece, funziona bene solo se veramente si è pronti a perdonarci per tutto ciò che abbiamo fatto, pensato, etc…

      Prenditi un po’di tempo almeno un paio di volte alla settimana: dai il benvenuto ai pensieri che ti opprimono, falli muovere dentro di te, osservali, non combatterli. Dopo qualche minuto immaginali ricoperti da una Luce dorata o argentata, come quella delle Aureole dei Santi. Prova a vederne la bellezza, lo scopo divino della loro presenza nella tua vita. Riesci a questo punto a percepire un po’di Amore e Rispetto per essi? Ti stanno dicendo qualcosa? Lasciati andare e osserva cosa succede. Dopo di ciò puoi fare “una lezione” di Ho’oponopono. Se ti va fammi sapere se hai notato benefici.

      Un Saluto di Luce,
      Fausto

  19. grace
    18 gennaio 2012

    Ciao,ho scoperto da poco questa tecnica,l’ho scoperta leggendo articoli e libri sulla filosofia ermetica e fisica quantistica.Sono ancora all’inizio di questo viaggio e i benefici stanno emergendo lentamente nella mia mente . Avevo l’abitudine di colpevolizzare e colpevolizzarmi.Se avessi fatto questo …se avessi scelto quello..se se se…Le letture mi hanno fatto rivedere il tutto e ho capito che quello che ho avuto è quello che ho pensato..é vero quello che pensi e crei nella tua mente credendolo vero si avvera..quello che desideri prima o poi si avvera,nel bene e nel male.A volte in tempi lunghi e avolte nell’immediato,ma la cosa sorprendente è che ne siamo inconsapevoli.La legge dell’ attrazione è realtà,ma ho anche provato che quello che ti arriva non sempre arriva nel momento giusto,e può portarti a gioire e soffrire nello stesso tempo perchè se migliora uno stato, ne peggiora in concomitanza un altro. Lho oponopono mi aiuta a ripulire i pensieri inconsci e stagnanti che bloccano il mio essere sia fisico che mentale.Sto cercando di trattenere il pendolo delle mie emozioni sul lato positivo,cercando di non precipitare di nuovo nell’abisso delle negatività,questo fa si che riesca a vedere le cose belle che ho,ringraziando il Dio universo mentale che mi contiene.E’ un nuovo inizio e sicuramente starò sempre meglio e la mia vita migliorerà… SCURA,CHIEDO PERDONO,TI AMO,E GRAZIE PER QUELLO CHE HO E AVRò…

Rispondi